sabato 30 aprile 2016

DUE ORCHIDEE SELVATICHE al Giardino Gaudente.

Ophrys holosericea ?

Ophrys holosericea ?

Orchis tridentata ?

Orchis tridentata?



Da circa una settimana sono nate nella parte bassa del giardino due orchidee selvatiche, abbastanza diffuse
nell'astigiano ma non così tanto comuni.
La gioia di veder nascere spontaneamente due fiori così particolari è tanta, soprattutto se si tiene conto che sono stati necessari circa venticinque anni di lavoro per rendere fertile un terreno in origine coltivato a vigna, dove venivano anche utilizzati diversi prodotti chimici compresi i diserbanti; dunque gli sforzi sono stati ricompensati. Il passo successivo sarà quello di tentare l'identificazione sicura.
In questi ultimi anni sono state molte le piante nate spontanee da seme me sempre all'interno di specie presenti nel giardino. Per quanto riguarda le orchidee la provenienza è sicuramente esterna al giardino.

mercoledì 7 ottobre 2015

COLORI D'AUTUNNO al Giardino delle Graminacee

Panca dello stagno in veste autunnale.

Cascata di Eragrostis curvula. In primavera quando l'Eragrostis è tagliata i vuoti che lascia sono riempiti da Iris.

L'Andropogon gerardii fa da sostegno ad una ragnatela.


Particolare delle graminacee.

Cascata di graminacee con in primo piano Andropogon gerardii. Sullo sfondo un Prunus a foglia rossa fa da contrasto al grigio-blu delle erbe.


Graminacee e tamerici creano un effetto vaporoso.

Graminacee, Rhus cotinus e Indigofera.

Tamarix, Andropogon e Prunus.

Foglie autunnali del Rhus cotinus.

Contrasti di colore al Giardino delle graminacee.

Tamarix in contrasto con Eleagnus x ebbingei arrampicato ad un pioppo cipressino.
L'Eleagnus, fiorito in questo periodo, emana un intenso profumo.



PRIMI COLORI D'AUTUNNO al Giardino Gaudente


Dopo la pioggia uno squarcio di luce ha creato un effetto particolare esaltando i primi colori dell'autunno in tutto il giardino.

Nonostante l'estate siccitosa l' Abelia continua a fiorire.

Con l' inizio dell' autunno i muschi ricominciano a prendere colore.

Particolare del muschio al Giardino Mediterraneo.

In primo piano bacche di Pyracantha e semi di Lunaria; sul fondo arbusti e alberi cominciano a prendere colore.

Giardino dei bossi.

Giardino dei bossi con Prunus potati tondi e Pyracantha in primo piano.

Siepi di Pyracantha in contrasto con le foglie ingiallite dell' albicocco.

Cornus mas in veste autunnale con in primo piano Santolina e Stipa tenuissima.

Particolare del fogliame del Cornus mas

Trachelospermum, usato come tapezzante, comincia a colorarsi per il freddo.

Boccioli di Ajania pacifica, pianta robustissima e resistente alla siccità, che si apriranno il mese di novembre.

Inizio della coloritura delle foglie dell' Euvonimus alatus.
Euvonimi verso la pergola del glicine.


Particolare dell' Euvonimus alatus.

Lo stagno in veste autunnale.














domenica 30 agosto 2015

UNA NUOVA PANCA al Cerchio delle Rose.


Primo progetto della panca del Cerchio delle Rose.
Secondo progetto della panca.
Progetto definitivo della panca.











Panca costruita con materiali di reimpiego.



Alcuni anni fa una grossa nevicata ha fatto crollare una piccola pergola in legno che copriva una panca in muratura più semplice di questa appena  costruita. In un primo momento, si è tentato di puntellare il ginepro
che con la complicità della neve aveva causato il crollo; ma l' inverno successivo, dopo un'altra nevicata, il ginepro è ricrollato riprendendosi lo spazio conquistato l'anno precedente. Lasciata sedimentare per un po' di tempo l'idea di costruire una nuova pergola, si è deciso di fare una nuova panca con un carattere un poco più "monumentale" della precedente per compensare il vuoto che si era creato. Sono stati usati tutti materiali di reimpiego:  vecchie mattonelle in cemento decorate, provenienti da un pavimento di casa che si è dovuto sostituire, vecchie mattonelle in cotto, poi vecchi mattoni ed infine sulla parte terminale dello schienale una piramide in pietra arenaria portatami dalla Puglia da un amico.

Panca ultimata, in attesa della fioritura delle rose il prossimo Maggio.

Vecchia panca con la pergola  prima del crollo.




giovedì 23 aprile 2015

" IL NIDO "


Questo inverno la neve ha fatto crollare in modo irrimediabile il "Trono di Fuoco"(vedi post del 01/04/2013).
Adesso al suo posto è nato il "NIDO"
Costruito con i rami di potatura di un pruno, per la struttura, e di rami di nocciolo per il nido vero e proprio.


martedì 21 aprile 2015

GIARDINI ZEN A KYOTO

Nulla è lasciato al caso. Giardini minimalisti dove il controllo della natura arriva alla pura astrazione, nonostante vi siano in alcuni casi forti riferimenti di tipo naturalistico.
Normalmente sono in spazi ridotti e a volte ridottissimi, di forte impatto emozionale dove si viene completamente calamitati con una grande sensazione di equilibrio e pace.


Giardino caratterizzato da pochi materiali naturali: il muro di chiusura in terra cruda pressata, poi grandi sassi di forma naturale circondati da muschio, poi brecciolino molto fine di granito grigio, rastrellato, infine una doppia cornice sempre in granito grigio con al centro una striscia di ciottoli neri.





Grande giardino caratterizzato da brecciolino rastrellato che forma
strisce regolari alternate.

Bellissimo giardino realizzato in uno spazio molto piccolo di grande impatto; il rigore geometrico è sorprendente: tre grandi strisce occupano l'intera lunghezza dello spazio, mentre all'estremità destra un grande cerchio, che comprende tutte le strisce, incornicia un sasso. Al centro un altro sasso viene sottolineato da un semicerchio che comprende due strisce, infine all'estremità sinistra un semicerchio più grande occupa tutte le tre strisce.

Particolare del cerchio.

Lo stesso giardino visto da un' altra angolatura.
         

Un altro giardino simile al precedente, costruito in uno spazio ancora più piccolo e privo di piante.


Giardino caratterizzato da grandi sassi che emergono sia dal muschio che dal brecciolino rastrellato; oppure i grandi massi hanno alla base erbe e arbusti.

Bellissima commistione di materiali diversi, compreso il bambù in primo piano
che serve come scolo delle acque piovane.

Bellissimo movimento del brecciolino pettinato.



Giardino molto articolato di gusto paesaggistico.

Giardino realizzato in uno spazio molto piccolo dove elementi naturali si fondono
con quelli scolpiti come la lanterna e la vasca per l'acqua, mentre il brecciolino
non è caratterizzato da disegni.




Bellissimo giardino dove il brecciolino crea un sapiente movimento dell' acqua .

Giardino caratterizzato da segna passi quindi percorribile.

Particolare del giardino precedente.


In questo giardino è stato ottenuto un particolare disegno con il brecciolino. 

Veramente sorprendente il rigore geometrico di questo tronco di cono ottenuto con sabbia di granito grigio.

Particolare dello stesso giardino

Sempre nello stesso giardino è stato ricreato il movimento dell' acqua con
la sabbia e una scopa di bambù.

Particolare dello stesso giardino.


Altri due giardini ottenuti con disegni diversi del brecciolino.